BenessereHotels.com
il portale del benessere

Benessere: L'HAMMAM



Una seduta all’hammam, oggi come in tempi remoti, è composto da diversi ambienti a cui corrispondono le varie fasi del percorso, tutte orientate alla cura del corpo attraverso la purificazione della pelle. La prima stanza è il tepidarium, o westya, un luogo riscaldato in cui sostare per qualche minuto – non prima di essersi lavati accuratamente – per preparare il corpo al bagno di vapore.

Si passa in seguito al calidarium, o beit el sakhin, dove la temperatura di 50° e un tasso di umidità che si aggira intorno al 90-100% favorisce l’apertura dei pori e relativa sudorazione. La permanenza in questo ambiente non supera i venti minuti e al termine del bagno di vapore si rientra nel tepidarium per un savonnage, un’esfoliazione fatta con savoin noire e guanto kessa, come vuole la tradizione marocchina.

Il trattamento si conclude nel frigidarium, o beit el barid, dove l’immersione in acque fredde garantisce un immediato effetto tonificante.
Una seduta standard come quella appena descritta richiede almeno un paio d’ore che saranno indubbiamente ben spese per gli innumerevoli benefici che comporta questo antico rituale. Oltre a distendere i nervi, infatti, il bagno turco è un ottimo rimedio per liberare le vie respiratorie, migliorare la circolazione, rinforzare il sistema immunitario, combattere disturbi della pelle e i dolori reumatici.

Da non sottovalutare, inoltre, che diversi hotel benessere offrono la possibilità di eseguire l’intero percorso in coppia: una stuzzicante idea per un romantico pomeriggio di relax!